Utilizziamo i cookie per offrirti i migliori contenuti del nostro sito. Se continui la navigazione intendiamo che tu condivida questo utilizzo.AccettaInformativa estesa
SETTE CHAKRA
Circolo Sportivo Dilettantistico "Sette Chakra" - Discipline orientali - via San Fabiano, 42 - 28921 Verbania Intra (VB)
Area riservata
Username:
Password:


WU TAI CHI (fan)

Insegnante: claudia poggia

Numero di cellulare: 0039 349 5653956


NOVITA'!  TAI CHI CON VENTAGLIO SINGOLO, PER BAMBINI.

Il corso di 20 lezioni (con possibilità di proseguire) si propone di esercitare le abilità di :

- gioco, danza, coregrafia

- coordinazione e manualità fine

- equilibrio ed eleganza nei gesti 

- attenzione a sè e agli altri nel guppo, nel rispetto delle regole

Le lezioni saranno una volta alla settimana, il giovedì dalle ore 17.00 alle 18.00

I ventagli verranno consegnati dall'insegnante, a ciascun bambino/a ad inizio attività.

 

IL TAI CHI CON IL VENTAGLIO (notizie)

La conoscenza delle arti marziali cinesi, si sviluppa, oltre alla pratica della  "forma", nello studio di alcune armi tradizionali: sciabola, spada, lancia.

Recentemente, nello stile Wu, accanto a queste armi classiche, tipiche dei militari e dei guerrieri, si è introdotta un’arma "non tradizionale: il ventaglio.
Il ventaglio è un attrezzo divenuto arma, come altri attrezzi se trattati con abilità e destrezza.
In effetti è la maestrìa con la quale un oggetto viene usato che lo rende temibile. L’aspetto del ventaglio è innocente, molto coreografico, quasi festoso e queste tre caratteristiche appunto lo allontanano dal "carattere" bellicoso delle altre armi. Se andiamo oltre l’apparenza però, il ventaglio si rivela un’arma in piena regola: chiuso assomiglia al coltello o al bastone corto o addirittura alla spada per come può recidere; aperto diviene uno scudo.
Affascinante e un po’ magico, diffuso in tutta l’area asiatica, il ventaglio ha offerto lo spunto a numerose leggende sulle sue origini e sul suo impiego: si dice fosse un’arma di difesa squisitamente femminile perché, tenuta aderente all’avambraccio e celata nelle ampie maniche delle vesti orientali, permetteva di parare con efficacia colpi imprevisti.
Non sappiamo se questo sia vero, come non si può confermare che le stecche esterne fossero lame di coltelli, capaci, se affilate, di tagli mortali.
Sappiamo però che le punte, con le quali le stecche interne terminavano, permettevano attacchi aggressivi alle zone vitali con l’intento di controllare e fermare la respirazione o la circolazione e che il rumore dì apertura e chiusura, caratteristico del ventaglio, aveva la capacità e lo scopo di sorprendere, sviare l’attenzione e rendere quindi l’avversario vulnerabile ad attacchi di palmo o di pugno con l’altra mano.

Non si deve dimenticare poi che il ventaglio può essere lanciato o fatto ruotare e proprio per questo viene catalogato tra le armi definite "speciali". 
Dietro la sua immagine di grazia e gentilezza si cela dunque un vero strumento di offesa, un’arma per la quale esistono delle tecniche di combattimento specifiche.
I Monaci Shaolin utilizzano quest’arma per colpire, tagliare, parare e deviare anche armi da lancio come dardi, coltelli e frecce.


Nella pratica di Tai Chi, il ventaglio utilizzato per lo studio si presenta con una struttura di stoffa leggera, solitamente seta, montato su stecche non taglienti, è uno strumento inoffensivo, pur mantenendo il caratteristico suono.
Lo studio della "forma" (sequenza di tecniche) abitua alla concentrazione, al controllo dell’equilibrio, alla consapevolezza del proprio corpo nello spazio e alla percezione dell’energia. Nel corso dell’apprendimento

si attiva inoltre, la precisione; "praticare la forma" può divenire allora una vera “possibilità” di migliorare la condizione fisica e spirituale di chi lo pratica.

La forma col ventaglio può aiutare nell'acquisire equilibrio, grazia, coraggio, determinazione ed eleganza nei gesti. 

Claudia Poggia ha imparato ad Huddersfield, (England) direttamente dalla Maestra Jin Ye,  la forma con singolo ventaglio e doppio ventaglio.

Per contatti Associazione “Amiconi” Omegna, Associazione Settehakra, Verbania – Intra.
 

 

http://www.yinghua-wu-style.org/index.html太极扇 意大利

Chinese fan and fan dance can be traced back for several thousand years. The Taichi Fan is the ombination of traditional martial arts and ancient Chinese fan dance, representing culture, beauty, skills and tradition. A Tai Chi Fan, also known as the Iron Fan or tiě shān in Chinese, is primarily used as a weapon in the Tai Chi martial art. It comes in several different forms, ranging from nylon or silk for beginners to metal fans composed of iron and steel for more advanced practitioners. Another variation includes bamboo slates with blades attached at the ends. Originally, standard fans woven from bamboo were used as a symbol of social status in early Chinese history. Over time, they became weaponized due to the fact that they are versatile and compact, while still retaining an aesthetic appeal.

 

Generally, a Tai Chi fan can be used to block projectiles and even parry hand-held swords or other similar weapons. Along with its block and parry attributes, the fan can also be folded to form a short club that is heavy enough to smash against enemies and inflict damage.

 

The fan’s purpose has evolved from a weapon to an object used in group or individual Tai Chi fan performances. This is due in part of the bright and colorful variations of the fans. They generally are considered visually pleasing and attractive when accompanied with its martial art form.

 

The Wu Style Taichi Fan is developed from traditional Wu Style Taichiquan combining the typical movements, steps and techniques and adding beauty and grace to martial arts, and focusing on the physical effect and health function to the practitioners. The movements in the fan form, such as 转(turn), 甩(dump), 开(open), 合(close), 拧(twist), 圆(circle) and 曲(twist & turn), can offer unique and practical benefits to peoples’ fitness and pleasure in playing the fan form.

About Master of Wu Style Tai Chi Dr Ye Jin

Dr Ye Jin is the granddaughter of Grand Master Wu YingHua and Ma YueLiang, the great granddaughter of Grand Master Wu JianQuan, the founder of Wu Style Tai Chi Quan Association in China. Dr Ye Jin is the niece of Grand Master Ma JiangBao, the Chairman of European Wu Style Tai Chi Quan Association.

 

Dr Ye Jin is unique in the UK and EU for her insight and knowledge of Wu Style Tai Chi Quan . She started practising Wu Style Tai Chi Quan in Shanghai when she was only 10 years old. When she was 16 she started studying the theory with her grandparents Master Wu YingHua and Master Ma YueLiang.

 

She has also trained in medicine originally by her grandfather on her father's side; a famous Traditional Chinese Medicine (TCM) doctor specialising in Chinese massage and acupuncture. She learned Medicine from her parents who are both TCM and western medicine doctors.

 

She holds a BSc. in Pharmaceutics, qualified in TCM, massage and acupuncture at the Shanghai International TCM College and obtained her PhD in pharmacy at Liverpool John Moores University UK.

 

Dr Ye Jin now teaches students from UK, Spain, France, Germany, Italy and South Africa, and she has been working with practitioners for workshops and seminars in:

London UK seminar – 1st sword form (still ongoing into 11th session);

Huddersfield/Barnsley UK seminar – Long form, sabre, push-hand (still ongoing);

Regensburg Germany workshop – Fan form and Qi Gong (completed);

For further information about Dr Jin’s Wu Style Tai Chi, please check the website: